Informazioni

Biblioteca Civica

La Biblioteca Statale Isontina gestisce il Fondo denominato Biblioteca Civica (di proprietà del Comune di Gorizia) attraverso una Convenzione, le cui raccolte, di rilevante importanza sul piano della storia patria, sono notevoli, se non per il numero, per la rarità e il pregio di non poche edizioni a stampa e per i fondi Giuseppe Domenico Della Bona e Carlo Michelstaedter. Le collezioni della Biblioteca Civica comprendono materiale bibliografico di interesse locale e regionale, compresi i territori della Slovenia, Istria e Dalmazia che, con la Contea, facevano parte del Litorale adriatico. Dei donatori di oggi si ricordano: Roberto De Palo (549 volumi di storia e politica contemporanea), il medico Mario Gasparini (98 volumi) e Pietro Michelli, già docente di matematica al Liceo Classico di Gorizia (125 volumi). Il fondo Biblioteca Civica, secondo il registro cronologico di entrata, consiste (al 31 dicembre 2016) in 101.199 volumi, compresa la sezione discografica chiusa circa alla metà degli anni '90 (scarica in formato xls.).

Volumi della Biblioteca Civica di Gorizia scartati con autorizzazione della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, prot. n. 1219 - class. 34.07.01/7 del 23 aprile 2012.

Convenzione privata tra il Comune di Gorizia e la Biblioteca Statale Isontina per il funzionamento della Biblioteca Civica - N. Prot. 1468, dd. 24 luglio 2017

L.R. 23/2015 e relativo Regolamento attuativo emanato con D.P.Reg. n. 236/2016: archiviazione della domanda prot. n. 9441 dd. 24/02/2017 (acquisita al protocollo regionale al n. 2940 dd. 24/02/2017) presentata dal Comune di Gorizia per ottenere il riconoscimento di biblioteca di interesse regionale per la “Biblioteca Civica di Gorizia”, a seguito di comunicazione, ai sensi dell’articolo 16 bis, della legge regionale 20 marzo 2000, n. 7 (Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso), dei motivi ostativi all'accoglimento della domanda.